Dermatologia Napoli - Dermatologia Pediatrica - Trattamenti estetici dermatologici
Telefono
+39 346 974 9482
Email
f.gaudiello@dermatologianapoli.it
chiedi allo specialista

Psoriasi

Dermatologia a Napoli e la Psoriasi.

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico e recidivante. Nella sua patogenesi intervengono fattori autoimmunitari, genetici e ambientali. Può presentarsi a qualunque età, ma è più comune dai 10 ai 40 anni, e in particolare al momento della pubertà e della menopausa. Le manifestazioni più comuni sono papule e placche eritematose ben delimitate ricoperte di scaglie argentee o opalescenti.

La psoriasi sembra essere correlata ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari, tra cui l’ictus e l’infarto del miocardio, e trattare l’iperlipidemia dei pazienti (gli alti livelli di lipidi nel sangue) può portare a un miglioramento. Si riconoscono più forme di psoriasi: la psoriasi pustolosa e forme non pustolose tra cui la psoriasi a placche (circa l’80% delle forme di psoriasi), guttata, inversa ed eritrodermica.
Le unghie delle mani e dei piedi sono frequentemente interessate dal disturbo, definito distrofia ungueale psoriasica.
La psoriasi può anche causare l’infiammazione delle articolazioni, determinando il disturbo noto come artrite psoriasica. Circa il 30% dei soggetti affetti da psoriasi (con un range che può andare dal 6% al 48%) svilupperanno successivamente l’artrite psoriasica.

La terapia della psoriasi deve essere personalizzata. La terapia biomedica per la psoriasi include come farmaci di prima scelta nelle forme a estensione limitata, preparazioni topiche emollienti come la vaselina, cortisoniche e/o agenti riduttori (catrame o ditranolo), agenti cheratolitici (acido salicilico e/o urea ) e analoghi della vitamina D.

I farmaci per via generale, invece, vengono utilizzati nei casi più gravi e non responsivi, anche se va tenuto conto dei loro effetti collaterali.
I farmaci biologici rappresentano uno dei maggiori progressi ottenuti dalla medicina negli ultimi anni in campo terapeutico.
I farmaci biologici finora prodotti sono anticorpi monoclonali, citochine (interferoni e interleuchine) e proteine di fusione.
I farmaci biologici registrati dall’EMEA sono monitorati, nell’ambito del progetto “PsoCare”, da centri di riferimento, per verificarne la tollerabilità, l’efficienza e l’efficacia a lungo termine.

Attualmente, la terapia alternativa a quella chimica che dà buoni risultati per rapidità di risultati, tollerabilità del trattamento, più alto rapporto benefici ed effetti collaterali è la FOTOTERAPIA UVB A BANDA STRETTA , scoperta ed intrapresa a seguito della constatazione che la psoriasi pare trarre beneficio dall’esposizione solare.
La fototerapia con uvb a banda stretta costituisce ad oggi la terapia migliore, poiché non prevede l’assunzione di farmaci e dà un miglioramento clinico già dopo le prime sedute.
Le sedute di fototerapia durano pochi minuti e vanno ripetute circa tre volte a settimana, per un ciclo di 20/30 sedute. Tale ciclo, poi, potrà essere ripetuto due-tre volte all’anno.
La scelta del protocollo terapeutico (cioè numero di sedute, frequenza e intensità delle irradiazioni) dovrà essere individuata dal dermatologo, a seguito di un’anamnesi completa che tenga conto del tipo di patologia, severità della stessa, localizzazione corporea, età, sesso, fattori costituzionali, storia clinica del paziente.

Facebook
Google+
https://www.dermatologianapoli.it/psoriasi
Twitter
LinkedIn
Ricevi news aggiornate:
×
Chatta con il dermatologo